Coaching, spiritualità e Fuffa

È arrivato il momento. 

Dopo un piccolo sfogo della serie: anche le Coach si inaxxano – sul mio profilo FB personale, si è aperta una discussione che mi interessa molto portare avanti: Coaching e spiritualità.


Se sei qui da un pò saprai che sono una persona molto tranquilla e pacata. 
Saprai anche anche che fra le cose che mi fanno perdere tale pacatezza ci sono le truffe e le bugie, soprattutto quelle che toccano da vicino il mio lavoro (adorato 😁) e la crescita personale in genere.

 
Fra queste, la fuffa che mescola cristalli, tarocchi e divinità varie con il Coaching. 
’Spetta un attimo: non sto dicendo che coaching e spiritualità si escludono a prescindere. 

La seconda è una parte integrante dell’individuo (infatti si trova anche nella ruota della vita) – e contribuisce a creare un’immagine del mondo scelta e modellata dalla persona.

Può anche diventare la guida per tutto il resto. Sto leggendo il libro di Mamoon Yusaf e coniuga perfettamente la dottrina islamica con il coaching, facendone anzi il pilastro portante MA rimanendo sempre chiaro e cristallino sul fatto che senza muovere le chiappe non si va da nessuna parte. 

Anzi Yusaf ci dice che le intenzioni sono quelle che contano davanti a Dio, quindi ancora prima dell’azione c’è il mindset. A prescindere dalla mia visione spirituale, lo accetto e lo ringrazio – perché se riesce ad aiutare delle persone siamo tutti nella stessa squadra. 

Purtroppo vedo spesso l’opposto. 

Il professionista fuffoso sa che devi muovere le chiappe per arrivare, ma te lo dice solo dopo essere stato pagato. Prima ti racconta della luna, delle stelle e di Caino che fa le frittelle. Cristalli, carte, maree e quant’altro. 
Ora, va da se che: 

  • La persona che non acquista un servizio resta con l’idea di potersi affidare totalmente all’ultraterreno, e resta nella sua situazione di stallo – solo con dei bei pensieri. 
  • Si crea una cultura di fuffa  che contribuisce ad un fanatismo fine a se stesso. Questo fa comodo al fuffarolo, che può lavorare sul serio solo quando pagato e parlare di aria fritta con le persone che leggono o che richiedono del materiale gratuito (tipo newsletter).  Non confondiamo, io adoro creare contenuti gratuiti (anzi vorrei farlo meglio), ma organizzo il mio tempo in modo da poterlo fare senza alzare i prezzi per voi e senza mandarvi roba scadente. Sennò meglio ferma. 
  • La persona che non ottiene risultati ha difficoltà ed un pò paura a prendersela con l’ultraterreno, quindi entra in una spirale di giudizio negativo oppure ..
  •  Peggio – trova da dare la colpa a qualcosa che non si può provare che ce l’abbia e quindi potrebbe benissimo averla. Non so se mi spiego. Del tipo “ah beh oggi per forza ho trattato male la mia amica, c’è Marte che balla la tarantella”. 

(Voglio vedere quanti follower perdo a questo giro eh 😂)

Cosa e pensi tu? Che ruolo ha la tua spiritualità nella tua crescita personale? 

Please follow and like us:
error

Comincia la discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *