Quando mi dicono “non è facile..”

Ciao Trasformatrice! 


Il post di oggi è importante perché contiene parte di un ragionamento che facciamo quasi tutte, ma alcune un pò troppo spesso. 


Prima però vorrei chiederti un grande favore: sai che sto creando un nuovo brand, con nuovi servizi ed anche un nuovo metodo di Coaching. 

Se mi hai letta in queste ultime settimane sai anche che me la faccio un po’ sotto, ma che è talmente importante l’impatto che so di poter portare che mi sono messa le braghe da bimba grande e sono partita 😂

Quello che ti chiedo è di invitare le tue amiche Trasformatrici, quelle donne forti, etiche, intelligenti, meravigliose della tua vita, ad iscriversi alla mia newsletter.

Prometto di inviare tanto valore e di scrivere solo quando ho qualcosa di importante da dire, senza spammare nessuno! Questo è il link.
Bene, andiamo avanti 😁


C’è questa frase che ha molto a che fare con la scelta, di cui parlavamo ieri. Ha molto a che fare anche con la mia decisione di lavorare o meno con qualcuno, perché non sono qui a spillare soldi ma a creare azioni. 


La frase è: “non è facile”


Parliamo di scegliere, di combattere, di fare, e molto spesso la prima obiezione è: “si ma è difficile”. 

Certo che è difficile. Altrimenti lo farebbero tutti ed io sarei una Chef a domicilio (svelato il mio piano B) 😂

Ma davvero, alla fine tutte le scelte, anche quelle più complesse, si riducono ad un si o no. 

Sai perché?

Perché quando dici si a qualcosa dici no a qualcos’altro. Sempre. 

Ti sembra complicato riprendere in mano la tua salute, ci sono milioni di fattori e si – è difficile – ma dicendo si a certe abitudini stai dicendo no al tuo benessere, alla qualità dei tuoi geni, alle persone che ti amano e che sperano che tu sia al tuo meglio. 

È difficilissimo portare avanti i progetti e più facile passare le giornate guardando Netflix, e certe volte ci vuole, ma alla lunga stai dicendo no ad una versione di te e si ad un’altra.

Non c’è una risposta sicura e non mi permetterei mai di entrare nel merito delle tue decisioni, vorrei solo che tu sapessi su quale versione di te stai lavorando. Se ti va bene, bomba (come dicono i giovani 😂), vai avanti e tutta la squadra tifa per te (me inclusa!).

Se non ti va, sii consapevole che SI PUÒ dire no a quella versione e si ad un’altra. E non deve essere facile per forza, ma deve rendere la vita più facile. Più tua. Più degna. 

Che ti faccia alzare la mattina con la voglia di sorprenderti e vedere come andrà! 

Guarda, io non sono neanche fra le puriste che credono che debba essere tutto una faticaccia. Se una scelta è facile perché la senti con tutto il cuore, bene! Meglio! 

L’unica cosa che vorrei dirti è che non tutte le scelte buone sono per forza facili, immediate, cristalline. La tua felicità, forse a lungo trascurata, richiede delle volte di fare uno o più passi indietro e ripensare a delle cose a cui magari hai evitato di pensare da tempo. 

Per iniziare, inizia semplicemente a pensare in questi termini. Per ogni azione, chiediti a cosa stai dicendo si o no. Quale versione di te nutre quella particolare azione. 

Anche questo è difficile. Ricordare di pensare in un certo modo, farlo abbastanza spesso da trovare delle risposte, parlarti come se tu fossi la tua migliore amica senza nessun “compitino” da fare per facilitare il tutto. 

Ti pongo però un’ultima domanda: quanto è facile essere la te che sei oggi? Parliamone! 

PS: Puoi condividere questo post anche su altri canali, partendo da qui 👇🏻 Grazie! ❤️

Please follow and like us:
error

Comincia la discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *